Cinema

Film abbraccio per persone tristi

Ero qui a sorseggiare tisana drenante e a pensare ai cazzi miei quando ad un tratto l’illuminazione. Dicembre è notoriamente un mese brutto. Ci sono le festività, dovresti essere felice proprio per legge sennò vengono i Babbi Natale killer a ucciderti nel sonno e più non ci riesci più senti la pressione; è tempo di bilanci, devi sederti lì a pensare a cosa hai sbagliato durante tutto l’anno e cosa puoi fare meglio il prossimo, e questa è altra pressione che si accumula sulle nostre deboli deboli spalle; per chi non ha un buon rapporto con la famiglia, per chi ha subito lutti, per chi semplicemente non riesce a vivere, insomma, Dicembre fa schifo. Io, che capisco bene praticamente tutti o quasi questi sentimenti ho deciso di stilare una lista di film che mi fanno sentire il calorino nel cuore, dolci, pastello, che mi fanno pensare, che mi fanno sentire capita, che mi spronano, che mi fanno piangere (credo di gioia, poi chi lo sa, c’è tutto un mescolio di emozioni amici ma che ne so). Magari aiuta anche voi.

1) Il favoloso mondo di Amélie.
Sì, lo so, lo so, clichè. Pischella hipster si crede la dolce incompresa Amélie e compra le Dr. Martens 3 buchi e si fa la frangetta corta corta che sta bene a credo 3 persone sulla faccia della terra e ancora io non ne ho conosciuta nemmeno mezza. Però a me questo film piace. Mi fu consigliato da un’amica che mi disse guardalo guardalo capirai perché. Quando capii il perché scoppiai a piangere (sono notoriamente una frignona) e mi sentii bene. Statece. E comunque Fight Club ha fatto più danni alla psiche maschile di quanti Amélie ne abbia fatti a quella femminile e questo è un fatto.

2) Nel paese delle creature selvagge.
Dolcissimo delicatissimo tenerissimo. Ho pure comprato il libro per bambini da cui è tratto. Guardatelo questo non è un consiglio questo è un ordine. Spike Jonze grazie di esistere sei tu il vero Gesù Cristo da celebrare a Natale.

3) Safety Not Guaranteed.
Una scoperta incredibile. Finale pazzesco. Hipster che più hipster non si può. Lo voglio rivedere al più presto.

4) Swiss Army Man.
Guardatelo da soli se soffrite di imbarazzo di seconda mano. Tutte le battute sulla flatulenza ne varranno la pena, ve lo prometto. Scena sul finto autobus nei boschi cosa più bella, pura e luminosa che ho visto negli ultimi anni.

5) Frank.
Profondo e delicato. Semplice ma non troppo. Fassbender si tiene le grazie nei pantaloni e riesce a essere pazzesco pure con una maschera in testa. Se non capite questo film con me non ci dovete parlare.

6) What If.
Harry Potter, Kylo Ren e una storia d’amore meno complicata di quanto sembri. Sembro le trame del Tele7, vabbè sto solo cercando di essere utile scusate eh.

7) Frances Ha.
Visto due volte piaciuto anche di più la seconda volta. L’amicizia, i trentenni che fanno fatica a realizzarsi, lieto fine non stucchevole. Mica poco.

8) Up.
Piangi talmente tanto che diventa una roba catartica. Di dolore all’inizio, di gioia alla fine. Lo guardi e poi ti viene da pensare che forse qualcosa di buono nel mondo ancora esiste.

9) Fantastic Mr. Fox.
Wes Anderson + volpi. Eddaje.

Non arrivo a dieci perché sono acab ciao raga buone feste stringiamoci forte la supereremo anche quest’anno ve lo prometto.

Annunci
Standard