Riflessioni

Bilanci

Come oramai sanno anche 1) il cane del vicino e 2) il fruttivendolo, quest’anno ho fatto una cosa che ho ribattezzato Insalatiera della Felicità (qui il post a riguardo). Oggi, 1 gennaio 2017, ho tirato fuori i bigliettini e li ho letti. Ecco qualche dato.

I bigliettini sono in totale 59. 18 sono scontrini, biglietti da visita, biglietti di treni, autobus, concerti, aerei, il resto pizzini scritti a mano su post it colorati (rossi, gialli e verdi, principalmente) e pezzi di carta strappata da chissà che quaderno di appunti (in almeno un paio di occasioni, quello di inglese). In almeno 12 dei bigliettini il cibo è menzionato come motivo principale o accessorio di contentezza e felicità (menzione speciale al gelato in coppetta, gli ho dedicato ben 4 bigliettini nel corso dell’anno). Un numero ridicolo di bigliettini (7) parlano della stessa persona. Altrettanti si riferiscono a sessioni di shopping e momenti di felicità improvvisa e solitaria. In uno parlo delle stelle, in un altro del sole, poi di Pokemon Go, in un altro ancora scrivo male perché “mi sono ustionata con l’olio delle faccette di patatine”(…) giorno 20 luglio. 3 mostrano stupore e soddisfazione per essere riuscita a socializzare/aver passato dei bei momenti con persone più o meno sconosciute, 9 si riferiscono a soddisfazioni personali (esami, laurea, patente), 6 o 7 riguardano il tuitter più o meno direttamente. In un paio, vengono menzionati dei gatti. Circa 12 sono dedicati in varia misura a uscite con amici e famiglia. Le persone sono molto presenti ma non sono totalizzanti, sono riuscita ad essere felice anche da sola, anche solo per 20 minuti. Leggendoli tutti ho riso, mi sono sentita in imbarazzo, ho pensato “uh è vero”, ma ricordavo quasi tutto. Suppongo che fermarsi a scrivere di un momento in qualche modo lo fissi e forse è anche per questo che non sono riuscita a pensare neanche per un secondo cose tipo “che anno di merda” come ho fatto invece spesso, per esempio, nel 2015 (che, per onore di cronaca, potrebbe essere stato l’anno peggiore della mia giovane florida vita).

Ha avuto senso fare questa roba? Sì. Ho già istituito il Sacchettino Furla della felicità 2k17. In pieno accordo con quello che più mi ha fatto riflettere quest’anno (come dovremmo riuscire a non vergognarci più di mostrare e ammettere la nostra felicità e i motivi della nostra felicità, trovate qualcosa anche qui) non mi sono vergognata come avevo immaginato. Ho riso e mi sono data della cretina ma non ho ad esempio sentito il bisogno di nascondere i bigliettini più imbarazzanti. La Lilla del passato è stata felice per questa cosa estremamente cretina e/o sdolcinata? Buon per lei. Quando lo ha scritto non le era sembrata così cretina e/o sdolcinata. Ci ho trovato una felicità bambinesca, ingenua, naturale, quella che ri-vista da un momento successivo si guasta. Per questo è stato importante fissarla subito. Esperienza consigliata 5 stelle su 5 spedizione veloce oggetto proprio come nell’immagine venditore disponibile. A propositi aspettative ansie e speranze ci pensiamo un altro giorno.

Annunci
Standard